lunedì, ottobre 11

Le colpe dei padri

- È cambiato cara. Non lo riconosco più.
- Anche io lo trovo diverso. Cielo, quei capelli. E quei vestiti!
- Si comporta in modo sempre più strano.
- Ieri sera non capivo una parola di quel che diceva. [Scoppia in singhiozzi]
- Dai non fare così. Magari ci sbagliamo. Dai, non fare così. [La abbraccia]
- No, ne sono certa. Guarda questo cartoncino che ho trovato tra le sue cose!
- Oddio mio, allora è così!
- Ma dove abbiamo sbagliato?
- Cara non possiamo colpevolizzarci. Doveva succedere.
- Ma non posso accettarlo!
- Proviamo a parlargli di nuovo, dai. [Apre la porta della camera del figlio]
- Minkia oh! Deddi kome butta ti lovvo un kas1n0, ma kaxx0 nn trv0 l'1nv1t0, un cartonc...
- Oddio! [richiudendo la porta di scatto]
- È proprio così. Abbiamo un figlio bimbominkia!

3 commenti:

  1. ah ah ah ah ah
    fantastica!!!

    RispondiElimina
  2. Sono tragedie. Roba da starci male.

    E' per questo che non ho ancora figli.

    RispondiElimina
  3. il pensiero dei pannolini risveglia il mio desiderio di paternità. intendo i miei pannolini tra un po'.

    RispondiElimina